Centro di studio e ricerca Malattie Rare ed Ultra-rare congenito-malformative in età evolutiva

Scopo del Centro di Ricerca è l’attivazione di un piano di collaborazione multidisciplinare tra ricercatori interessati ai soggetti con condizioni rare ed ultra-rare congenito-malformative in età evolutiva.

Le Malattie Rare (MR) sono definite sulla base di una bassa prevalenza nella popolazione e Il Parlamento Europeo ha definito un limite di prevalenza non superiore a 5 casi su 10000 abitanti. Per quanto riguarda le malattie ultra-rare parliamo di una frequenza inferiore a 1/2000000. Secondo una stima dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) rappresentano il 10% delle patologie umane note.  L’OMS ha calcolato l’esistenza di circa 6.000 entità nosologiche, ma si tratta probabilmente di una stima riduttiva e, di fatto, l’Unione Europea (UE) calcola il loro numero in circa 8.000. In Italia ci sarebbero dai 450.000 ai 600.000 malati rari, di cui solo 300.000 presentanti forme comprese nell’attuale elenco allegato al DM 279/2001. Queste discrepanze tra le stime sono giustificate dal fatto che l’effettiva numerosità delle MR varia in funzione dell’affinamento delle tecnologie molecolari per la diagnosi e dell’evoluzione delle classificazioni in uso. Tuttavia, se prese singolarmente tali patologie colpiscono pochi individui/famiglie ma se considerate tutte assieme i pazienti ammalati da una patologia rara o ultra-rara sono un numero elevato.
La rarità comporta scarsa disponibilità di conoscenze scientifiche, e difficoltà nell’ottenere una diagnosi appropriata con lunghi tempi di latenza tra esordio della patologia, diagnosi appropriata e trattamento adeguato, che spesso incidono negativamente sulla prognosi della condizione. Se poi pensiamo che alcune malattie ultra-rare colpiscono singoli nuclei familiari, tali difficoltà diagnostiche risultano ancora più evidenti.
Le MR, per la loro bassa prevalenza e per la loro specificità, richiedono un approccio globale multi disciplinare e percorsi diagnostico-terapeutici molto complessi.
Da quanto premesso emerge l’importanza di una diagnosi precoce e precisa nei soggetti con aspetti fenotipici orientativi o sospetti. La diagnosi di MR richiede competenze specifiche multidisciplinari atte a riconoscere, seguire e curare le varie anomalie presenti nell’individuo e ad effettuare un accurato screening familiare.
La precocità della diagnosi e un follow-up adeguato a prevenire le eventuali complicanze relate alla condizione sindromica sono ancora più importanti quando si tratta di soggetti in età evolutiva.
Le MR costituiscono pertanto un problema di sanità pubblica per l’impatto numerico sulla popolazione. L’attenzione nei confronti delle MR si è focalizzato in Italia a partire dagli anni ‘90.

Il Ministero della Salute alla fine del 2012 ha preparato la BOZZA di PIANO NAZIONALE MALATTIE RARE 2013-2016. Il Ministro della salute ha firmato la trasmissione dello schema di Piano Nazionale sulle Malattie rare (PNMR) alla Conferenza Stato-Regioni per l’approvazione (data di pubblicazione 23 aprile 2014).

Nel PIANO NAZIONALE MALATTIE RARE viene sottolineato che la ricerca, sia clinica che di base, è lo strumento di elezione per accrescere le conoscenze sulle MR. Il volume delle ricerche, complessivamente considerato, resta basso, in rapporto all’elevato numero delle malattie ed alla loro eterogeneità. Si ritiene necessario attivare iniziative in grado di attrarre l’interesse dei ricercatori verso la ricerca sulle MR, di solito eterogenee, e spesso non adeguatamente documentate a livello fenotipico, con storia naturale, in molti casi, poco o affatto nota.

Metodiche di attuazione

A questo piano di collaborazione multidisciplinare hanno dato la loro adesione esperti del settore, clinici esperti: ginecologi, neonatologi, pediatri, endocrinologi, neuropsichiatri infantili e genetisti per sviluppare disegni sperimentali alternativi sia clinici che genetico-molecolari.

Avviamento di un piano di valutazione clinica multidisciplinare accurata in relazione all’età del soggetto in esame:

  • Valutazione ecografica fetale
  • Valutazione auxo-antropometrica nell’età neonatale e post-natale
  • Valutazione dismorfologico-clinica
  • Valutazione neuro-psichiatrica
  • Valutazione genetico-clinica

Identificazione del percorso necessario alla diagnosi con programmazione di indagini diagnostiche mirate con utilizzo della rete multi-specialistica

Sviluppo di nuove strategie diagnostiche e terapeutiche per le MR.

Applicazione di piattaforme altamente tecnologiche per l’identificazione di nuove condizioni sindromiche, in particolare quelle ultra-rare utilizzando l’expertise di tutti gli specialisti e, a tale scopo, soprattutto dei genetisti che applicheranno le nuove tecnologie di sequenziamento massivo (Whole Exome Sequencing, Whole Genome) per l’identificazione dei difetti alla base di tali patologie.

RESPONSABILE

TEAM

Elena Bonora

Professoressa associata

Valerio Carelli

Professore ordinario

Alessandra Cassio

Professoressa associata

Duccio Maria Cordelli

Professore associato

Luigi Tommaso Corvaglia

Professore ordinario

Caterina Garone

Professoressa associata

Giuseppe Gasparre

Professore ordinario

Ivana Kurelac

Ricercatrice a tempo determinato tipo b) (senior)

Marcello Lanari

Professore associato

Maria Cristina Meriggiola

Professoressa associata

Antonia Parmeggiani

Professoressa associata confermata

Andrea Pession

Professore ordinario

Gianluigi Pilu

Professore ordinario

Eleonora Porcu

Professoressa Alma Mater

Kerry Jane Rhoden

Professoressa associata confermata

Giuliana Simonazzi

Professoressa associata

Daniela Turchetti

Professoressa associata

Collaborazioni

Prof.ssa Mazzanti Laura, MED/38 Professoressa Associata (DIMEC)

Prof. Franzoni Emilio, MED/39 Professore Associato (DIMEC) 

Prof. Cocchi Guido, MED/38 Professore associato (DIMEC) 

Prof. Rizzo Nicola, MED/40 Professore ordinario (DIMEC) 

Dott. Baronio Federico, Dirigente Medico IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna

Dott.ssa Battaglia Paola, Dirigente Medico IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna

Dott.ssa Bettocchi Ilaria, Dirigente Medico IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna

Dott.ssa Ferrari Simona, Dirigente Medico IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna

Dott. Graziano Claudio, Dirigente Medico IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna

Dott.ssa Lanzoni Giulia, Dirigente Medico IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna

Dott.ssa Locatelli Chiara, Dirigente Medico IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna

Dott.ssa Magini Pamela, Dirigente Medico IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna

Dott. Maltoni Giulio, Dirigente Medico IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna

Dott.ssa Mantovani Vilma, Dirigente Medico IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna

Dott.ssa Marchiani Valentina, Dirigente Medico IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna

Dott. Pippucci Tommaso, Dirigente Medico IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna

Dott.ssa Pittalis Maria Carla, Dirigente Medico IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna

Dott. Rossi Cesare, Dirigente Medico IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna

Dott.ssa Scarano Emanuela, Dirigente Medico IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna

Dott.ssa Severi Giulia, Dirigente Medico IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna

Dott.ssa Tamburrino Federica, Dirigente Medico IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna

Dott. Zucchelli Mino, Dirigente Medico IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna

Dott. Zucchini Stefano, Dirigente Medico IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna

Dott.ssa Giovanni Innella, Assegnista di ricerca

Dott.ssa Francesca Montanari, Assegnista di ricerca

Dott.ssa Francesca Bianco, Assegnista di ricerca 

Dott.ssa Chiara Diquigiovanni, Assegnista di ricerca 

Dott. Alessandro Mattiacci, Assegnista di ricerca 

Dott.ssa Federica Isidori, Borsista

Dott.ssa Soara Menabò, Borsista

Dott.ssa Isotta Bozzarelli, Borsista

Dott.ssa Paola Dimartino, Dottorando di ricerca

Dott.ssa Emanuela Iovin, Dottorando di ricerca

Dott. Monti Luigi, Specializzando medico 

Dott. Pietra Andre, Specializzanda medico 

Dott.ssa Peruzzi Adelaid, Specializzanda medico 

Dott.ssa Ambrosetti Irene, Specializzanda medico 

Dott.ssa Baroni Maria Chiara, Specializzanda medico 

Dott.ssa Cesarini Sofia, Specializzanda medico 

Dott.ssa Taormina Sara, Specializzanda medico 

Dott.ssa  Olivucci Giulia, Specializzanda medico 

Dott.ssa Luppi Elena, Specializzanda medico 

Dott. Ambrosini Enrico, Specializzando medico 

Dott.ssa Grippa Mina, Specializzanda medico 

Dott.ssa Laura Desiderio, Specializzanda non medico 

Dott.ssa  Ilaria Stanghellini, Specializzanda non medico 

Dott.ssa Cecilia Evangelisti, Specializzanda non medico 

Dott. Stefano Caraffi, Specializzando non medico 

Dott.ssa Tania Giangregorio, Specializzanda non medico 

Dott.ssa Carlotta Cristalli, Specializzanda non medico