Farmacoepidemiologia e farmacovigilanza

Attività scientifica

  • Lo studio delle reazioni avverse da farmaci (ADR) di varie classi di medicinali in commercio mediante applicazione di tecniche statistiche specifiche alle banche dati della segnalazione spontanea nazionale e internazionale (WHO database - VigiBase), mediante esecuzione di studi farmacoepidemiologici spontanei o con finanziamenti istituzionali (Regione Emilia-Romagna, Società scientifiche), nonché attraverso la partecipazione all’analisi periodica dei segnali in farmacovigilanza (sia a livello nazionale sia a livello europeo) coordinata dall’Agenzia Italiana del farmaco (AIFA).
  • L’analisi delle modalità di utilizzo di alcune classi di medicinali nella pratica clinica (ad esempio, l’uso degli antibiotici in ambito ospedaliero o in alcuni sottogruppi di pazienti) mediante applicazione di tecniche farmacoepidemiologiche proprie della farmacoutilizzazione.
  • La valutazione del rapporto beneficio/rischio dei nuovi farmaci in base a parametri preordinati (valutazione del grado di innovazione terapeutica).

L’obiettivo è chiarire il reale profilo di sicurezza dei medicinali nelle pratica clinica quotidiana con la comunicazione dei risultati e conseguenti azioni regolatorie (aggiornamento del Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto), valutare le modalità di utilizzo dei medicinali secondo indicatori di appropriatezza d’uso ed il grado di innovazione terapeutica dei nuovi farmaci e quindi il contingente ruolo in terapia.

In particolare stiamo seguendo queste linee di ricerca:

  • Farmacovigilanza: profilo di sicurezza di nuovi farmaci antitumorali, studio dei profili di sicurezza dei principali vaccini, andamento della segnalazione spontanea in Emilia-Romagna e in Italia nel decennio 2010-2019.
  • Farmacoutilizzazione: uso degli antibiotici in ambito pediatrico e confronto con dati internazionali (Norvegia) e valutazione del differente utilizzo a livello nazionale.
  • Studio su aspetti regolatori e scientifici dei farmaci orfani in Europa.

Il gruppo di ricerca collabora attivamente con Istituzioni pubbliche italiane (Regione, AIFA, AUSL, altre Università) ed estere (Department of Pharmacy, Faculty of Health Sciences, UiT—The Arctic University of Norway, Tromsø, Norway and Department of Clinical Pharmacology and Toxicology, University Hospital Zurich, Zurich, Switzerland), nonché Società scientifiche.

Collaborazioni nazionali e internazionali 

  • Department of Pharmacy, Faculty of Health Sciences, UiT—The Arctic University of Norway, Tromsø, Norway.
  • Department of Clinical Pharmacology and Toxicology, University Hospital Zurich, Zurich, Switzerland.

Responsabile scientifico/Coordinatore